Cristina Ortolani

Cult moviesNinotchka di Ernst Lubitsch, a pari merito con Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock, e The pirate di Vincente Minnelli. Cult books: Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio; Cristina Campo, Gli imperdonabili; Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby. E Franca Valeri, La signorina snob. Luogo: la luce della Provenza. Colori: quelli di Matisse.

Si avvicina al racconto della memoria attraverso i libri di Giovannino Guareschi, le storie di fantasmi della nonna e le provocazioni del professor Arnaldo Picchi, con il quale si è laureata a Bologna, al DAMS – Spettacolo, nel 1993. Del teatro (per il quale ha firmato dal 1984 al 2004 i costumi di diversi spettacoli di opera lirica) le restano scatole di campioni di tessuti d’epoca, che utilizza per comporre artworks ai quali – dice – spera di dedicare la vecchiaia.

Tra storia e storie ha curato oltre venti pubblicazioni, principalmente legate al territorio provinciale di Pesaro e Urbino, tra cui Pesaro, la moda e la memoria (2008 e 2009), Il facchino della diocesi. Giovanni Gabucci (1888-1948), Sant’Angelo in Lizzola (1047-1947). luoghi, figure, accadimenti (2013).

Ha collaborato con la Fondazione Vittorio De Sica con alcuni saggi sui costumi nei film del grande regista.
Dal 1999 al 2007 ha collaborato con Art – servizi editoriali con la scrittura di testi per il web e la carta stampata, occupandosi di costume, lifestyle, teatro e cinema.

Dal 1996 lavora a progetti e iniziative culturali sui temi della memoria locale, promossi in gran parte da enti locali e privati della Provincia di Pesaro e Urbino; nel 2005 ha creato la Memoteca Pian del Bruscolo e fondato Un paese e cento storie, format di marketing territoriale incentrato su storytelling e social eating.

Nel 2010 ha ideato la rivista “Promemoria” e avviato pesaromemolab – laboratorio per la memoria condivisa promosso dal Comune di Pesaro e da diverse istituzioni culturali provinciali: gli esiti e sviluppi di queste ricerche sono oggi in parte raccolti sul blog farememoria.

L’eredità di questi progetti è dal 2016 affidata a laDirce, progetto editoriale articolato tra web e carta stampata.

Cristina Ortolani è nata nel 1965 a Pesaro, dove vive e lavora.

 

Curriculum completo (aggiornato ad aprile 2016)

 

Cristina e Mamma Ida - novembre 2014
Belvedere Fogliense di Tavullia, novembre 2014. Cristina Ortolani con Ida Pazzini Bartolucci (“Mamma Ida”)